Libri più scaricati

Ecco la classifica dei 20 libri più scaricati.

NICOTRA PASTORE DOMENICO: ADRIANA LECOUVREUR


LE BRETON DAVID: IL SAPORE DEL MONDO - PARTE 2

Risguardo di copertina

c'è la foresta del perdigiorno, quella del bracconiere o del guardacaccia, la foresta degli innamorati e quella degli ornitologi: ogni uomo cammina in un universo sensoriale legato a ciò che la sua cultura e la sua storia personale hanno fatto di lui ma il corpo è comunque il filtro attraverso il quale ci appropriamo della sostanza del mondo. con la piacevolezza di un racconto e il sostegno di "sociologi" come jonathan swift, marcel proust e bruce chatwin, david le breton, uno dei massimi esperti di antropologia del corpo, esplora i sensi come pensiero del mondo, ricordando che la condizione umana è corporea prima che spirituale.

PASTORE ANTONIETTA: MIA AMATA YURIKO

Risguardo di copertina

yuriko è una ragazza caparbia, vitalissima, che vive con la sua famiglia, d’origine contadina, sull’isola di etajima, vicino all’accademia navale. yoshi appartiene invece a una stirpe di samurai, è uno dei migliori allievi dell’accademia, ma si è iscritto solo per volere dei genitori – la sua vera passione è la poesia. in tempo di pace, il matrimonio tra i due sarebbe stato impensabile, ma di fronte alla possibilità che yoshi venga mobilitato da un momento all’altro, anche i suoi impettiti genitori si ammorbidiscono, acconsentendo alle nozze. l’amore di yuriko e yoshi rischia però di essere un’altra vittima della bomba atomica. yuriko infatti, non avendo da un po’ notizie del marito, imbarcato su una nave della flotta giapponese, la mattina del 6 agosto 1945 prende il traghetto diretto a hiroshima, per andare a chiedere informazioni alle poste centrali… antonietta pastore sa condurci con garbo e sapienza nell’universo giapponese, facendoci da guida tra i colori e i sapori di una società dai codici spesso indecifrabili. muovendosi nello spazio e nel tempo, ci racconta il dolore struggente dell’abbandono, la fierezza dei sentimenti piú profondi, compresa la nostalgia, la dignità di chi pur subendo discriminazioni sceglie di non tradire la parte piú vera di sé.

ARLACCHI PINO: SCHIAVI

Risguardo di copertina

l'abolizione della schiavitù nel corso dell'ottocento è giustamente considerata una delle grandi tappe dello sviluppo umano, e una prova a sostegno della tesi di un progresso morale. ma la schiavitù, solennemente condannata in convenzioni internazionali e bandita dagli ordinamenti giuridici di tutti gli stati del mondo, non può ancora essere confinata nei libri di storia. non solo è sopravvissuta all'abolizione formale, ma in questi ultimi decenni ha conosciuto una vera e propria rinascita, in forme meno visibili ma altrettanto maligne ed estese: il perverso sistema del debito che non può mai essere ripagato, e costringe il debitore a impegnare a vita il proprio lavoro e quello dei familiari; la schiavitù sessuale di cui sono vittime milioni di donne e di bambini; il lavoro minorile svolto in condizioni disumane, che cancella il gioco e la scuola. al cupo universo della nuova schiavitù è dedicato questo libro di pino arlacchi.

BONI CESARE: DOVE VA L'ANIMA DOPO LA MORTE

Risguardo di copertina

la paura della morte fa parte del naturale istinto di sopravvivenza dell'uomo, ma l'occidente non ha solo un comprensibile timore per un processo che non conosce: è ossessionato dal mito dell'eterna giovinezza, vede la morte come la fine della vita, e dunque la tratta come un argomento tabù. eppure i grandi libri sapienziali di tutte le tradizioni e i grandi saggi di ogni epoca dicono esattamente l'opposto, descrivendo una dimensione eterna della vita, che già esisteva ben prima della nascita e che non finirà con la nostra morte. questo libro è uno studio comparato dei più grandi testi sapienziali di tutte le tradizioni che ci descrivono, istante per istante, il viaggio dell'anima dopo la morte

NABOKOV VLADIMIR VLADIMIROVIC: IL DONO

Risguardo di copertina

composto tra il 1935 e il 1937 e apparso a puntate (ma con l'omissione del quarto capitolo) a parigi sulla rivista dell'emigrazione "sovremennye zapiski" tra il 1937 e il 1938, "il dono", ultimo romanzo russo di nabokov (san pietroburgo 1899 - montreux 1977), ebbe la sua prima edizione integrale solo nel 1952 (a new york, presso la chekhov publishing house). la traduzione che qui presentiamo, accompagnata da un saggio di serena vitale, è la prima fondata sull'originale russo.

DUNHAM LENA: NON SONO QUEL TIPO DI RAGAZZA

Risguardo di copertina

dalla irriverente creatrice, produttrice e protagonista della serie tv "girls" la raccolta di verità sulle giovani donne di oggi. con spirito graffiante, in questo libro lena dunham ci racconta delle sue esperienze fin troppo simili alle nostre: innamorarsi, sentirsi sole, essere in sovrappeso di quattro chili mangiando solo cibi sani, dover dare prova di sé in una stanza piena di uomini che hanno il doppio dei tuoi anni, tenersi vicine le amiche, perdere pessimi fidanzati, trovare il vero amore, ma soprattutto avere il coraggio di essere se stesse. nella speranza che ammettere i suoi errori - accettare un lavoro sottopagato e umiliante, invaghirsi dei bad boys, trovarsi a letto con tipi da cui vorresti scappare alla velocità della luce - impedirà a noi di farli. tra lotte con la moda e con l'ipocondria, tra pianti sul lavoro e prime volte deludenti, scopriremo che lena non è un personaggio da copertina (anche se "vogue" gliene ha dedicata una), ma è "una di noi". e grazie alla sua onestà, candida e brutale, è diventata la voce simbolo della nuova generazione. "non sono quel tipo di ragazza" è una serie di dispacci dalle trincee della guerra del diventare adulti.

PIRENNE HENRI: LE CITTA' DEL MEDIOEVO


NABOKOV VLADIMIR VLADIMIROVIC: LOLITA

Risguardo di copertina

la tormentata storia d'amore fra un professore di letteratura, humbert humbert, e la giovanissima adolescente dolores. pubblicato a parigi nel 1955, il romanzo ottenne numerose critiche a causa delle tematiche scabrose affrontate dall’autore, che mettono in evidenza un rapporto definito pedofilo e addirittura incestuoso. il romanzo, scritto inizialmente in inglese, venne tradotto in russo ben dieci anni dopo. è insieme amore perversione gioco lotta pulsione, un’altalena di emozioni dove, in un alternarsi di ruoli vittima-carnefice, i protagonisti, una ragazzina dodicenne e un uomo di mezza età “consumeranno” i loro giorni. non è esclusivamente un romanzo sulla perversione umana, non un romanzo sull’amore, né su colpa e il perdono, non è espiazione o forse è tutto questo e altro ancora…

GIUSEPPE PIRODDI: STORIA (NON TROPPO SERIA) DELLA LETTERATURA ITALIANA

Risguardo di copertina

la storia della letteratura italiana: in secoli e secoli si sono succeduti autori e interpreti di tutto il "sapere letterario" della nostra nazione. un sapere ammirato ma anche invidiato e certamente non inferiore alle altre letterature europee e non. ma quegli autori, più o meno illustri, spesso non sopportati con facilità in tempi di studi liceali, altro non erano che uomini, illuminati sì, ma pur sempre uomini. e allora dante alighieri, i cui versi hanno segnato parte della vita di ognuno di noi, lui, così impeccabile e intransigente, avrà avuto pure qualche difetto, o no? e cecco angiolieri è soltanto quell'autore così simpatico ai meno volenterosi, perché darebbe fuoco a tutti e prenderebbe tutte le belle donne per sé? tra aneddoti e realtà, non senza mancare di approfondite riflessioni, l'autore di questo saggio ci propone un esilarante racconto dei più importanti personaggi letterari italiani, dando spunto agli "intellettuali" per prenderla un po' meno sul serio e agli "scettici" per rendersi conto che in fondo in fondo "i promessi sposi" non sono solo un mattone destinato ad accumulare polvere su uno scaffale.

SCALFARI EUGENIO: SCUOTE L'ANIMA MIA EROS

Risguardo di copertina

"vivetela bene la vostra piccola vita perché è la sola e quindi immensa ricchezza di cui disponete. non dilapidatela, non difendetela con avarizia, non gettatela via oltre l'ostacolo. vivetela con intensa passione, con speranza e allegria". "scuote l'anima mia eros" nasce cosi, dalla passione, sotto il segno di una mercurialità creativa che rincorre l'intensità folgorante e variabile dei pensieri. eugenio scalfari ha sempre cercato di farsi attraversare dalla luce della razionalità, senza tuttavia nascondersi che la conoscenza e il sapere hanno il loro fondo oscuro nella malinconia ("io sono stato un mercuriale che sognava d'essere un saturnino"). oggi sente di aver raggiunto quello spazio immobile, quel tempo sospeso che gli permette di accogliere dentro di sé le cose del mondo "invece di invaderle e possederle". sa di potersi abbandonare liberamente alla propria vita emotiva senza rischiare di cedere alla tristezza e alla solitudine: la malinconia sarà pure un bagno di luce crepuscolare che accompagna ogni percezione, ma è anche una consolazione dell'esistenza che può permettersi solo chi ha vissuto e vive ogni momento "con intensa passione, con speranza e allegria".

NABOKOV VLADIMIR VLADIMIROVIC: RE, DONNA, FANTE

Risguardo di copertina

come un organismo che guizza e respira, questo romanzo nato due volte nell'universo creativo di nabokov - all'origine in russo e quarant'anni dopo in inglese - vive nell'occhio che coglie il gesto più remoto e più preciso dell'esperienza comune, quello che infallibilmente colpirà il segno e accenderà la "scintilla sensoriale". il naturalista incantatore si concentra sul dettaglio, lo isola, lo disperde, lo rifrange e con noncuranza ci restituisce una realtà chiara e non più revocabile. in una berlino immaginaria, riflessa nelle vetrine, nelle pozzanghere, nelle lenti degli occhiali e negli specchi - quelli che riverberano un'identità molteplice e quelli che ingigantiscono e deformano i tratti -, nabokov seziona e riassume tre figure e tre gradi della coscienza, tre stadi della percezione di sé e degli altri: dal malessere profondo e ottundente alla gretta volgarità con il suo lessico primitivo, fino a un intreccio più sottile di aspettative e delusioni. giocando con le visite a sorpresa di amanti e di mariti, con il trompe-l'oeil di falsi sbocchi e interpretazioni, con manichini semoventi e incidenti automobilistici, nabokov ci descrive la bellezza vuota e rapace di una donna fredda, l'estasi labile e sgomenta di chi l'ammira, la felice astrazione di chi guarda e non vede.

HALBWACHS MAURICE: PSICOLOGIA DELLE CLASSI SOCIALI


LE BRETON DAVID: IL SAPORE DEL MONDO - PARTE 1

Risguardo di copertina

c'è la foresta del perdigiorno, quella del bracconiere o del guardacaccia, la foresta degli innamorati e quella degli ornitologi: ogni uomo cammina in un universo sensoriale legato a ciò che la sua cultura e la sua storia personale hanno fatto di lui ma il corpo è comunque il filtro attraverso il quale ci appropriamo della sostanza del mondo. con la piacevolezza di un racconto e il sostegno di "sociologi" come jonathan swift, marcel proust e bruce chatwin, david le breton, uno dei massimi esperti di antropologia del corpo, esplora i sensi come pensiero del mondo, ricordando che la condizione umana è corporea prima che spirituale.

BERTOLUCCI BERNARDO: LA MIA MAGNIFICA OSSESSIONE


CALVINO ITALO: LE CITTA' INVISIBILI


CONNELLY MICHAEL: IL CERCHIO DEL LUPO


STEIDELE ANGELA: NESSUNA MI HA MAI DETTO DI NO: ANNE LISTER E I SUOI DIARI SEGRETI

Risguardo di copertina

"io amo solo ed esclusivamente il bel sesso, e ne sono ricambiata, quindi il mio cuore disdegna ogni altro amore". così scrive anne lister nei suoi diari, nella scrittura criptata che verrà decifrata soltanto decenni dopo la sua morte. anne lister sfida le leggi sociali del suo tempo e lo fa apertamente, nei modi, negli abiti, nel rifiuto del matrimonio e dei cliché della femminilità, e segretamente, con una impressionante serie di avventure amorose con donne. nata nel 1791 ad halifax, anne lister è contemporanea delle eroine di jane austen ma vive la vita di una donna libera e di una lesbica sicura di sé, in un'epoca in cui le due cose non erano neppure pensabili. l'ambiziosa anne, proveniente da una famiglia antica e rispettata ma squattrinata, riesce a ereditare la magione dei suoi avi, diventa imprenditrice, compie lunghi e avventurosi viaggi e si scopre una passione per l'alpinismo, senza mai smettere di collezionare imprese erotiche, che culminano nella conquista di una "moglie" adeguata, la giovane e ricca ann walker, perché "senza una donna accanto a me non posso vivere felice". lucida, travolgente, sensuale e spesso senza scrupoli, anne lister unisce alla passione erotica quella della scrittura diaristica. i suoi diari sono un documento prezioso sulla vita quotidiana nell'inghilterra del nord, sui paesi inesplorati dei suoi viaggi, e soprattutto sul più sconosciuto e negato dei territori, il corpo e la sessualità delle donne. la biografia di steidele ci offre un'immagine documentata e complessa della spregiudicata eroina a cui bbc e hbo hanno dedicato la serie "gentleman jack", senza nulla togliere alla sua vita da romanzo.

CONNELLY MICHAEL: LA CADUTA

Risguardo di copertina

è difficile arrendersi al fatto che il tempo dell'azione, delle responsabilità, della vita attiva sia finito. soprattutto per un uomo come harry bosch, che ha sempre considerato il lavoro una missione. e ora che davanti a sé ha solo tre anni prima della pensione, il suo attaccamento si fa ancora più intenso, tanto da fargli vivere con ansia i giorni che precedono il momento in cui, nell'unità a cui appartiene, vengono assegnati i casi. e questa volta, di casi, gliene vengono affidati ben due. il primo riguarda un maniaco sessuale di ventinove anni, il cui dna combacia con quello ritrovato sul cadavere di una ragazza uccisa ventun anni prima, quando lui di anni ne aveva solo otto. come è possibile che il suo dna sia finito sul corpo della vittima? e, escludendo che il delitto sia stato commesso da un bambino, chi è il vero assassino? ma quella stessa mattina bosch e il suo partner vengono convocati su una nuova scena del crimine. il figlio di un uomo politico che in tempi passati era stato vice capo della polizia e acerrimo nemico di bosch, è stato trovato morto sul marciapiede sotto uno dei più famosi alberghi di los angeles, il chateau marmont. suicidio o omicidio? è quello che bosch dovrà scoprire. nel corso delle indagini bosch capirà che i due casi sono strettamente legati, come la doppia elica del dna, e che, sotto una superficie di per sé allarmante, si nascondono risvolti impensabili e raccapriccianti.

CONNELLY MICHAEL: IL RESPIRO DEL DRAGO

Risguardo di copertina

fortunato è l'uomo che trova rifugio in se stesso. una massima che il detective harry bosch ha fatto sua e di cui è debitore all'uomo che ora giace sul pavimento dell'emporio di liquori, nella periferia sud di los angeles. john li, un commerciante cinese immigrato da anni negli usa, non ha neppure fatto in tempo ad afferrare la pistola che teneva per difesa sotto il bancone prima di essere freddato con tre colpi al petto. forse una semplice rapina finita male, niente di insolito in quella zona della città. ma scorrendo le registrazioni della telecamera di sorveglianza, una sequenza che risale alla settimana prima attira l'attenzione di bosch: uno strano scambio di denaro tra li e un giovane asiatico che ha tutta l'aria di essere una tangente. il ragazzo viene fermato come principale sospettato, e l'ombra della triade, la potente mafia cinese di cui los angeles è una delle roccaforte inizia a insinuarsi tra le pieghe del caso. ma questa volta bosch avrebbe preferito che le sue ipotesi non avessero conferma. perché nel video che riceve sul cellulare sua figlia, tredici anni, è legata e imbavagliata e fissa l'obbiettivo con uno sguardo che a harry lacera l'anima. qualcuno a hong kong, dove maddie vive da sei anni con la madre, ha deciso di mandargli un chiaro avvertimento, colpendolo là dove è più vulnerabile. bosch sapeva che sarebbe successo. che, prima o poi, le forze oscure con cui combatte ogni giorno l'avrebbero trovata e usata per avere lui. quel momento è arrivato.