Libri più scaricati

Ecco la classifica dei 20 libri più scaricati.

ANTHONY ELIZABETH: TU SEI IL MIO DESIDERIO

Risguardo di copertina

oxfordshire, 1921. le antiche sale della dimora di belfield hall sono troppo ampie e solitarie per madeline. a diciassette anni, sola al mondo, è stata costretta a lasciare il suo paese, la francia, per andare in inghilterra, patria del suo tutore. in questa terra lontana la ragazza non conosce nessuno, tutto le sembra ostile. solamente nell'immensa biblioteca riesce a ritrovare il sorriso. lì, tra quelle pareti colme di libri che parlano di mondi da scoprire, ha trovato il suo rifugio. eppure un giorno tutto cambia. passeggiando per i boschi, quasi per caso, si imbatte nel guardacaccia della tenuta: nathan mallory. i suoi modi bruschi e arroganti non riescono a celare la bellezza dei suoi occhi. i suoi occhi scuri come il buio più profondo, che sono capaci di leggere fin negli abissi della sua anima. madeline rimane senza fiato e cerca di resistere. vengono da mondi diversi e cedere alla tentazione è sbagliato. e proibito. ma anche inevitabile. perché i loro cuori parlano la stessa lingua. quella della passione, del desiderio, della fusione luna nell'altro senza timori. fino al momento in cui il giorno arriva, il fuoco della notte si spegne e i segreti che nathan le ha nascosto vengono a galla. segreti che parlano di mr maldon, duca di belfield, l'uomo che l'ha accolta e protetta. l'uomo che ora più che mai ha bisogno di lei, per difendere la sua relazione con sophie che ancora una volta è in pericolo. madeline è davanti a un bivio.

AA. VV.: AUTOMASSAGGIO. EDUCAZIONE POSTURALE ED ESERCIZI PRATICI

Risguardo di copertina

educazione posturale ed esercizi pratici

AYKOL ESMAHAN: DIVORZIO ALLA TURCA

Risguardo di copertina

terzo caso per l'avventurosa kati hirschel, la libraia di istanbul, venuta dalla natia germania ma ormai più stambuliota di chiunque altro, investigatrice per vivacità. da poco tempo proprietaria di una nuova casa, giunta al negozio kati riceve la telefonata del suo collaboratore, il mondano fofo che le dice che su internet c'è una notizia che potrebbe interessarla. e morta sani ankaraligil, la "nuora degli ankaraligil", sposa del rampollo di una delle casate più in vista del paese. la signora aveva appena avviato le pratiche di divorzio. "fantastico! come una pantera pronta al balzo non vedevo l'ora di lanciarmi in una nuova indagine per far luce su un presunto delitto. al diavolo il lavoro e i debiti!". e sostenuta dall'allegra autoironia che l'aiuta nei momenti belli e in quelli brutti, la libraia si prepara a fare ciò che la diverte di più: scompigliare le carte, smontare le soluzioni facili. infatti la versione iniziale è: incidente. ma chi ci crede? con quel contorno di denaro e di potere. la prima pista da battere è questa: la donna presiedeva un'associazione ambientalista. una strana associazione, con due soli soci, e i cui uffici sono devastati proprio nel giorno in cui la protagonista, con il collaboratore, va con una scusa a visitarli. poi però tutto diventa più oscuro, minaccioso e complicato.

BARBARINO LINDA: LA DRAGUNERA

Risguardo di copertina

rosa farebbe di tutto per tornare nella sua casa di bambina, quando volava tra le braccia di suo padre e cantava su un terrazzino profumato di basilico. ma rosa non può tornare, perché la casa è in rovina e lei per sopravvivere è diventata la puttana del paese. ogni sabato paolo le manda un fischio alla finestra per comperare qualche ora del suo amore. ogni sabato la porta di rosa si apre per farlo entrare. paolo lavora le vigne di famiglia ed è ossessionato da un’altra donna che odia e desidera con uguale ferocia, una donna che dovrebbe tenere lontano, perché è la moglie di suo fratello e fin dal nome evoca tempesta e sciagura. la dragunera, così la chiamano, è una fimmina sensuale e altera, i suoi capelli sono li di vento, i suoi occhi ramarri lo visitano in sogno; c’è chi dice che sia una strega. cammina annaccata sui tacchi fra la basole delle viuzze, il seno che pare disegnato sotto la vestina stretta, il volto senza vergogna e senza paura.la dragunera è il racconto di una sicilia ruvida e incantata, in cui si muovono personaggi dolcissimi e brutali, che hanno labbra vermiglie e unghie sporche di terra. narratrice visionaria e sanguigna, capace di unire l’inventiva dialettale di camilleri all’intensità emotiva di elena ferrante, linda barbarino canta una storia d’amore e di magia: la saga di una famiglia a un passo dalla fine, travolta da voracità e invidia. il romanzo avvolgente di una magara e di una prostituta che conosceva l’amore.

ALESSANDRO PRONZATO: PADRE PIO: UN SANTO SCOMODO

Risguardo di copertina

nessun santo recente gode dell'immensa popolarità e simpatia che circonda padre pio. eppure è un santo scomodo. lo rivela, a pochi mesi dalla sua canonizzazione, pronzato che in questo libro scava a fondo nella sua figura, indaga nella sua vicenda, fa chiarezza su tanti punti rimasti oscuri e su altri decisamente scottanti.

BARONESA ORCZY: LA PRIMULA ROSSA

Risguardo di copertina

(non indicato)

KNIGHT ROB - BUHLER BRENDAN: SEGUI LA PANCIA

Risguardo di copertina

un adulto medio trasporta all'incirca un chilo e trecento grammi di microbi. il che fa di questo piccolo esercito di microscopici alieni insediati dentro di noi uno degli organi principali del nostro corpo. pesante come il cervello e appena più leggero del fegato. ma quanti microbi ospitiamo? rob knight, da anni impegnato a studiare e a mappare questo incredibile universo, ci dice che sono almeno dieci volte le cellule propriamente umane. il che, in pratica, significa che noi non siamo noi. questi dati sorprendenti, frutto di scoperte pionieristiche rese possibili dalle tecnologie di ultima generazione, ci dimostrano non solo che i microbi sono molto più numerosi di quanto pensassimo, ma che influiscono in modo fondamentale sulle più importanti funzioni vitali, come la digestione e i meccanismi immunitari. e persino sulla nostra personalità. inoltre, se consideriamo queste piccole forme di vita indipendenti (e interdipendenti), come parte del nostro patrimonio genetico complessivo, la conclusione è che più del 99 per cento delle informazioni genetiche che veicoliamo è di origine microbica. siamo di fronte a un "secondo genoma", potenzialmente più determinante del primo (quello ereditato dai genitori) a cui l'autore in queste pagine ci introduce con grande chiarezza, aprendoci le porte di un mondo che fino a pochi anni fa nemmeno sospettavamo esistesse e che potrebbe avere implicazioni rivoluzionarie nella diagnosi e nella cura di malattie anche gravi.

BIANCHI B. MATTEO: GENERATIONS OF LOVE

Risguardo di copertina

un giovane di area lombarda racconta la sua adolescenza e la sua giovinezza: dalla scoperta della propria omosessualità alle prime amicizie, maschili e femminili, i rapporti con la famiglia, con la scuola e poi l'università, le prime delusioni e i primi scontri. ne viene fuori un ritratto, un quadro generazionale di grande vivacità. l'autore si diverte, imita le soap opera, ironizza con se stesso e la sua vita. la sua prosa imita il mondo delle canzonette, i suoi idoli sono quelli del gioco parodistico più scoperto. la sua sessualità è vista come una scelta esistenziale accettata e serenamente vissuta. ne nasce così una visione attuale dei giovani di oggi assolutamente inedita.

PROIETTI GIGI: TUTTO SOMMATO

Risguardo di copertina

"ibsen, shakespeare, brecht..." quando gli insegnanti del centro universitario teatrale gli sottoposero una lista di autori da portare in scena, il giovane luigi proietti per poco non svenne: non ne aveva mai sentito nominare nessuno. come tanti ragazzi cresciuti nella periferia della capitale, all'ombra del boom economico, proietti pensava soprattutto alla musica e guardava all'america. per lui l'unico palco era quello dei night club, dove suonava e cantava insieme agli amici di sempre. si era iscritto per gioco a quel corso di recitazione, spinto dalla voglia di qualcosa di diverso: non poteva immaginare che quel "gioco" gli avrebbe cambiato la vita. il "cantante dalla voce ritmico-melodica-moderna" dimostra subito una versatilità senza precedenti, un potenziale che esprimerà al meglio in "a me gli occhi, please" e negli altri one-man show scritti con roberto lerici, dei tour de force nei quali salta dal dramma al varietà lasciando il pubblico a bocca aperta. e in cinquant'anni di carriera proietti ha conquistato generazioni di spettatori, contaminando la cultura "alta" e quella "bassa" senza pregiudizi. in "tutto sommato" ci restituisce quella voglia di mischiare le carte in tavola, intrecciando le gioie della vita a quelle del palco e lasciando sempre sullo sfondo la sua roma, città eterna e fragile, tragica e ironica, cinica e innamorata.

HERZOG MAURICE: ANNAPURNA

Risguardo di copertina

l'ascensione dell'annapurna compiuta nel 1950 da un gruppo di alpinisti francesi guidati da maurice herzog, fu l'evento che aprì la strada alla conquista dell'everest, la vetta più alta della terra. l'impresa è raccontata in questo classico dell'alpinismo, scritto dallo stesso herzog, dal momento in cui venne ideata al suo compimento. è un diario che descrive la strenua, misteriosa preparazione e quindi, fase per fase, nelle sue vittorie, nelle sue frustrazioni, nelle privazioni e nelle terribili sofferenze, la lunga scalata.

BARBIN HERCULINE: UNA STRANA CONFESSIONE

Risguardo di copertina

in un convento cattolico una giovane di ventun anni dubita di non essere quello che è nell'opinione di tutti; è attratta dai corpi delle compagne, ma la sua educazione cristiana è come una benda sulla verità. quando viene richiesto un parere scientifico, l'errore è riconosciuto: la giovane ragazza è "semplicemente" un giovane ragazzo. a trent'anni, solo e abbandonato, si suiciderà in una miserabile mansarda di parigi. le memorie di adelaide herculine barbin costituiscono un documento di straordinario interesse per chi si propone, come fece foucault, di ricostruire la storia della sessualità, e rappresentano d'altra parte la sofferta ed esaltata testimonianza di una vicenda privata, la narrazione, ingenua ma efficacissima di singolari, drammatiche peripezie.

CAMPBELL RAMSEY: ANTICHE IMMAGINI

Risguardo di copertina

(non indicato)

FARINETTI OSCAR: SERENDIPITY. 50 STORIE DI SUCCESSI NATI PER CASO

Risguardo di copertina

in queste pagine oscar farinetti racconta, con grandi protagonisti del nostro tempo, le serendipity che riguardano il suo mestiere: quello del cibo. cinquanta storie ricche di ironia e di spunti di riflessione sul senso della vita, sull'importanza della ricerca continua, su quanto conti non mollare mai, soprattutto nei momenti di grande difficoltà.«commettiamo un sacco di errori, spesso sbagliamo strada. quante volte capita di cercare un oggetto perduto e trovarne un altro che inutilmente avevamo cercato giorni prima. questo succede perché siamo imperfetti. ma non è una brutta cosa.»«in questo libro racconto le grandi serendipity che riguardano il mio mestiere: quello del cibo.» oscar farinetti, un personaggio che non ha bisogno di presentazioni, introduce così il suo nuovo libro, nel quale dopo tanti anni torna a parlare di cibo e bevande. cinquanta storie che raccontano come alcuni dei più grandi successi ed eccellenze in campo agroalimentare siano nati per caso, mentre si guardava altrove. dalle ricette dell'insalata russa e della tarte tatin al sandwich e al babà, dai prodotti di successo internazionale come la nutella o i corn flakes ai migliori vini del mondo (champagne, barolo, amarone della valpolicella); dalle tradizionali farinata e finocchiona al gorgonzola all'aceto balsamico. ricette di successo, come il risotto alla milanese e altre prelibatezze, ma anche qualche "ricetta" un po' diversa, con alcuni intrusi: il sigaro toscano, il viagra e... l'uomo! per narrare le scoperte farinetti interpella i protagonisti di quei successi (veri o in alcuni casi immaginari) o gli esperti che li conoscono a fondo: produttori, gastronomi, cuochi, pasticcieri, artisti, scienziati tra cui bruno barbieri, joe bastianich, edoardo bennato, andrea berton, massimo bottura, antonino cannavacciuolo, carlo cracco, giovanni ferrero, francesca lavazza, davide oldani, carlo petrini, telmo pievani, vittorio sgarbi, roberto vecchioni... cinquanta dialoghi-storie ricchi di ironia e riflessione sul senso della vita, sul senso della ricerca continua per inventare qualcosa di nuovo, sul senso di quell'imperfezione tipicamente umana che ci rende così speciali e... difettosi.

BARRE RICHARD: LA CERIMONIA

Risguardo di copertina

(non indicato)

CASATI MODIGNANI SVEVA: SAULINA. IL VENTO DEL PASSATO

Risguardo di copertina

minacciato da un pericolo mortale, il celebre chirurgo alessandra valera cerca una spiegazione nel passato della propria famiglia e, rovistando tra vecchie carte, s'imbatte in saulina, una sua antenata. tenera, violenta e appassionata, salina nata povera in un borgo alle porte di milano riesce a diventare la marchesa alberighi d'adda, capostipite di una dinastia di medici, avventurieri, prelati, massoni...

GHIDONI ROBERTO: IL CAMMINO DEL LUPO

Risguardo di copertina

roberto ghidoni nasce nel 1952 a brescia ma, dopo pochi anni, per motivi di lavoro del padre, si trasferisce con la famiglia a milano. le montagne dell'alta val trompia diventano presto la via di fuga dalla città. l'amore per la natura cresce a tal punto che roberto, studente di ingegneria del terzo anno, decide di cambiare vita, scegliendo di aprire una piccola azienda agricola a ludizzo di bovegno.nel settore sportivo, nonstante l'impegno dell'attività lavorativa, riesce ad affermarsi a livello nazionale nello sci alpinismo. nel 1999 viene a sapere, attraverso il biker e amico willy mulonia, che in alaska, in pieno periodo invernale, si svolge una gara estrema. la competizione, che si chiamava allora iditasport extreme (per la distanza di 560 km) e iditasport impossibile (nella versione completa di 1800 km), si snoda sul medesimo percorso dell'iditarod, la corsa con i cani dal slitta più dura e famosa al mondo. i concorrenti possono partecipare come runners, bikers o skiers, con l'obbligo di procedere in completa autosufficienza.

HOLZEL TOM - SALKELD AUDREY: IL MISTERO DELLA CONQUISTA DELL'EVEREST

Risguardo di copertina

(non indicato)

BAGNASCO ANGELO: COSE CHE RICORDO

Risguardo di copertina

«esiste una strada per dare spessore alla vita. percorrerla è condizione per tornare a dare alle cose il loro giusto peso; per scoprire che, come diceva madeleine delbrêl, la sola vera vecchiaia è l’egoismo».lavoro, famiglia, vocazione, educazione, fragilità, comunità: il card. angelo bagnasco rivisita questi temi, cogliendoli nella luce della fede, che rimane «l’autentica novità, il caso serio del credente e della chiesa».

BEATON M.C.: 9° LIBRO DELLA SERIE DI AGATHA RAISIN - AGATHA RAISIN E LA STREGA DI WYCKHADDEN

Risguardo di copertina

pozioni magiche e sedute spiritiche, bizzarri vecchietti in un albergo cupo, interminabili partite a scarabeo: non era questo che agatha si aspettava dalla sua vacanza... ritrovatasi mezza calva per colpa della precedente avventura, agatha fugge a wyckhadden. una strega del posto le vende un tonico che fa ricrescere i suoi folti capelli e un filtro d'amore, che agatha prova su un ispettore di polizia locale. tutto sembra andare per il meglio. ma la strega viene trovata morta, uccisa a randellate. che fare? per una volta agatha non ha voglia di intervenire, ma la strana compagnia di anziani, che stabilmente vive nell'albergo in cui soggiorna agatha, svela a poco a poco tali e tanti segreti e possibili motivi di vendetta che la nostra aspirante investigatrice proprio non ce la fa a star ferma.

CINQUETTI NICOLA: IL GIRO DEL'44

Risguardo di copertina

giro d’italia, giugno 1940. martino segue trepido le tappe della gara insieme al nonno e al suo migliore amico. sono tutti tifosi di gino bartali, ma c’è un giovane che sembra insidiarlo con una leggerezza di levriero: coppi fausto da castellania. che vincerà alla sua prima partecipazione. ma c’è poco da gioire: il giorno dopo la fine del giro l’italia entra in guerra. 1944. martino e la sua famiglia sono sfollati in campagna. noia. per fortuna lui ha portato la sua bici. che gli viene rubata subito da una ragazzina perfida a capo di una banda di teppisti locali. non è un buon inizio. senza mai smettere di fantasticare su un suo personale giro d’italia disegnato dalla geografia dei libri di scuola, tra singolari commerci e movimenti oscuri di bande partigiane, osservando senza troppo capire, martino si trova ad affrontare la realtà, più dura che mai, e cresce tutto in una volta. un romanzo sulla vita e sulla guerra, sugli eroi di quando eravamo bambini, che restano sempre con noi, e su quella gara con la g maiuscola che è metafora di tutte le salite e di tutte le discese che punteggiano le nostre vite.