Libri più scaricati

Ecco la classifica dei 20 libri più scaricati.

LAPIERRE DOMINIQUE: GERUSALEMME GERUSALEMME - PARTE 1


AA.VV.: LA GRANDE ENCICLOPEDIA DELLE BARZELLETTE

Risguardo di copertina

la più completa raccolta delle migliori barzellette in circolazione su politici, avvocati, medici, commercialisti, bancari, giudici, cacciatori, carabinieri, pierino, il rapporto di coppia, il calcio, la scuola e tanti altri argomenti. un'enciclopedia del buonumore e dell'arguzia per ridere sulle piccole e grandi manie della nostra società. un vero finimondo di risate e cattiverie!

VIO BEBE: MI HANNO REGALATO UN SOGNO

Risguardo di copertina

bebe, appena diciottenne, come tutti i ragazzi della sua età ama divertirsi: andare al centro commerciale o ai concerti con le amiche, mettersi in tiro per uscire la sera... non ci sarebbe nulla di strano se non stessimo parlando di beatrice vio che a undici anni, dopo essere stata colpita da una forma di meningite acuta, ha subito amputazioni a gambe e braccia. ma per bebe la malattia non è la fine, anzi rappresenta soltanto una piccola parentesi tra quello che era prima - una bambina con una famiglia fantastica, moltissimi amici e le "tre s" (scuola, scout, scherma) - e quello che è diventata, ovvero un'adolescente felice, con ancora più amici di prima e sempre le "tre s", ma un po' cambiate: oggi frequenta le superiori, ha ormai ricevuto il suo nome-caccia scout (fenice radiosa) e ha già vinto diverse medaglie in competizioni paralimpiche di scherma, anche internazionali, di altissimo livello. eccezionale atleta e insieme ragazza scoppiettante di vita, bebe si racconta in queste pagine che traboccano di entusiasmo: dalle gare in giro per il mondo alle vacanza all'elba, dalle figuracce in tv alle gioie delle protesi con tacco, dai faccia a faccia con i suoi miti agli incontri motivazionali che tiene nelle piazze e nelle scuole. e dei suoi sogni. perché dopo avere fondato con i genitori art4sport (un'associazione onlus che avvicina i ragazzi con disabilità fisiche allo sport), avere fatto la tedofora a londra 2012 e avere gareggiato con le atlete più forti al mondo.

SAPEGNO NATALINO: ANTOLOGIA STORICA DELLA LIRICA ITALIANA


BENINI VERONICA: LA VITA INIZIA DOVE FINISCE IL DIVANO

Risguardo di copertina

che cosa succede quando ti rendi conto che la tua vita ti sta stretta? che non ti corrisponde, perché è fondata sulle aspettative degli altri? moltissime persone sentono una profonda esigenza di cambiare, ma è così difficile capire quando è arrivato il momento di dire basta e vedere la via per farlo davvero. a 33 anni, veronica vive a parigi, ha un ottimo lavoro, un marito, una casa. ha perfino comprato il divano che sognava da bambina. ma nel giro di una notte la terra le viene meno sotto i piedi: un cancro al collo dell’utero, il marito che chiede il divorzio, le cose di ogni giorno che sembrano perdere senso. mentre cerca di capire come rialzarsi, veronica apre un blog e un account twitter, e trova online una community pronta a seguirla e sostenerla. si fa strada la pazza idea di mollare tutto e andare a vivere in un furgone volkswagen: non per fare una vacanza “da hippie”, ma per cominciare una vita completamente nuova in italia, dedicandosi a un’attività ideata, pianificata e lanciata da lei, infischiandosene del giudizio degli altri (perché si sa, dal divano sono tutti furgonisti). e che importa se ancora non ha la patente!comincia così un’avventura on the road fra autisti trovati su twitter, amicizie straordinarie e iniziative social che sfociano nella vita reale ma anche una storia imprenditoriale di successo che diventa un modello per moltissime donne.spora è il nickname di veronica sul web, ma è diventata anche una srl. spora è un personaggio che dà voce a tutte quelle persone che sono ancora e sempre alla ricerca di sé stesse e della propria personale strada verso la felicità. spora è la protagonista di questo libro in cui partendo dalla sua storia e dalle esperienze vissute sulla sua pelle veronica dimostra che si può rinascere, si può credere in sé stesse, si può ricominciare. perché l’ormai non esiste.

BALL JOHN: LA CALDA NOTTE DI VIRGIL TIBBS

Risguardo di copertina

virgil tibbs è un ispettore di polizia di colore finito per caso in un paesino della carolina, nel giorno in cui è stato commesso un delitto eccellente. a wells vige il più rigido segregazionismo contro i "negri", la paranoia della contaminazione è tale per cui basta una goccia di "sangue nero" in una persona per vietargli lo sgabello del bar o una stanza dell'hotel in città. è offensivo per l'intera comunità che proprio lui venga imposto allo sceriffo locale in quanto esperto di scienza investigativa. il racconto oscilla dunque tra il piano dell'inchiesta scientifica e quello del dramma psicologico del rapporto, tra tibbs e gli altri investigatori, che parte dall'odio razziale per giungere all'accettazione della persona grazie ai suoi meriti.

MATTHEWS CAROLE: LA PICCOLA PASTICCERIA NEL GIARDINO DEI FIORI

Risguardo di copertina

fay merryweather gestisce un caffè con annessa pasticceria in uno splendido giardino a whittan, sulle rive del grand union canal, che soprattutto in estate si anima di un allegro traffico di barche colorate. a fay piace curare il giardino e coccolare i suoi clienti mentre si godono i fiori e la quiete del canale. del resto, fay è abituata a occuparsi degli altri: da anni infatti, oltre a stare dietro all'attività, deve badare a tempo pieno alla madre invalida e scontrosa, nonché sovvenzionare una sorella minore un po' scapestrata. per una persona è davvero molto, e a volte si sente così esausta da desiderare una tregua. per questo, quando danny wilde entra all'improvviso nella sua vita, si domanda se le sue scelte fino a quel momento siano state tutte giuste. perché il destino ha scelto di presentarsi nei panni di un affascinante giovane che arriva proprio a bordo di una delle barche che fay ama tanto. potrebbe essere l'occasione giusta per trovare finalmente la felicità?

PATTERSON JAMES - LEDWIDGE MICHAEL: 5° LIBRO DELLA SERIE MICHAEL BENNETT - IL PRIGIONIERO

Risguardo di copertina

lo chiamano il re sole, perché il suo potere è immenso e di fronte a lui tutti si inchinano. e potente, sì, ma al servizio del male. è manuel perrine, spietato capo di un cartello dello droga messicano. il detective michael bennett con una spericolata operazione di polizia è riuscito a catturarlo, ma purtroppo durante l'azione qualcosa è andato storto e hughie, amico d'infanzia di bennett e suo collega, ci ha rimesso la vita. ora michael ha un motivo in più per volere che il re sole paghi per tutto il male che ha fatto. ma anche dalla prigione di massima sicurezza in cui è rinchiuso, il criminale riesce a muovere le sue pedine e la prima udienza del processo si conclude con altri morti. e la spirale sembra destinata a non finire. obiettivo finale: lo stesso bennett e perfino la sua numerosa, adorata famiglia, composta da dieci figli adottivi. a nulla sembra servire una vacanza strategica nella vecchia casa sul lago, lontano da new york: bennett è nel mirino di perrine e la macchina di morte non si fermerà.

MORAVIA ALBERTO: LA VITA INTERIORE


PANKIEWICZ TADEUSZ: IL FARMACISTA DEL GHETTO DI CRACOVIA

Risguardo di copertina

quando in un quartiere periferico di cracovia viene creato d'autorità il ghetto ebraico, il 3 marzo 1941, tadeusz pankiewicz ne diventa suo malgrado un abitante. pur senza essere ebreo, infatti, gestisce l'unica farmacia del quartiere: contro ogni previsione e contro ogni logica di sopravvivenza, decide di rimanere e di tenere aperta la sua bottega, resistendo ai diversi tentativi di sgombero, agli ordini perentori di chiusura e trasferimento. rimarrà anche quando il ghetto verrà diviso in due e in gran parte sfollato, quando diventerà sempre più difficile giustificare la necessità della sua presenza. grazie a questa sua condizione anomala, coinvolto ed estraneo allo stesso tempo, pankiewicz diventa una figura cardine del ghetto: si fa testimone delle brutalità del nazismo, fedele cronista dei fatti e silenzioso soccorritore, cercando in tutti i modi di salvare la vita e, quando impossibile, almeno la memoria delle migliaia di ebrei del ghetto di cracovia. mescolando il rigore della ricostruzione e la delicatezza del ricordo, tadeusz pankiewicz ci restituisce la sua versione di questa grande tragedia, raccogliendo le storie di chi ha subito impotente la "soluzione finale" e le storie di chi ha invece provato a reagire: i disperati tentativi di resistenza armata, la ricerca del cianuro di potassio come extrema ratio in caso di cattura, le fughe attraverso le fogne cittadine... "il farmacista del ghetto di cracovia" racconta tutta l'assurdità di un momento storico in cui il capriccio del caso decise il destino di molti, ma anche l'incredibile resilienza degli esseri umani di fronte all'orrore. come dice un cliente a pankiewicz: "dottore, mi dica: come mai ci sono così pochi pazzi in giro dopo tutto quello che la gente ha dovuto sopportare? possono le cellule grigie del nostro cervello reggere così tanto dolore?".

MURGIA MICHELA: PERSONE CHE DEVI CONOSCERE

Risguardo di copertina

questo libro non è un catalogo di storie esemplari. è invece una sequenza di vicende che più normali di così non potrebbero essere. dentro queste pagine ci sono persone che dovreste e potreste conoscere perché camminano per le stesse strade dove camminiamo tutti e tutte, fanno le stesse cose che facciamo noi e a qualunque sguardo superficiale apparirebbero del tutto prive di quella misteriosa luce di predestinazione che dovrebbe distinguere una persona speciale dalla massa di chi speciale non è. sono tutte storie così, semplici al punto che brillano solo se qualcuno se ne accorge e le racconta, e hanno protagonisti con nomi comuni.

LEM STANISLAW: L' INDAGINE DEL TENENTE GREGORY

Risguardo di copertina

da cimiteri, obitori e camere ardenti spariscono misteriosamente i cadaveri. un poliziotto, nella nebbia di un'inquietante londra, deve risolvere un mistero che ha del fantastico e in cui sembra delinearsi addirittura la presenza del sovrannaturale. ma ecco venirgli in aiuto un collega esperto in una delle scienze più moderne e più lontane dal clima delle storie gotiche: la statistica. così la matematica, con le sue inflessibili certezze, fatte di numeri e logica, si contrappone all'ipotesi irrazionale e spaventosa suggerita dalla sparizione dei cadaveri. ma non è detto che la spiegazione del mistero sia meno spaventosa e terribile delle sue agghiaccianti premesse... la prima traduzione, dall'originale polacco ("sledztwo", 1959), di un altro dei capolavori di uno dei più grandi scrittori del novecento.

PATTERSON JAMES - LEDWIDGE MICHAEL: 3° LIBRO DELLA SERIE MICHAEL BENNETT - IL RAPITORE

Risguardo di copertina

il caso è sotto gli occhi dei media e delle autorità cittadine, in gergo si dice "un caso ad alta visibilità". sono stati rapiti in rapida successione tre ragazzi, tre rampolli di famiglie molto ricche di new york, che frequentavano scuole prestigiose e avevano una vita serena e normale. finché qualcuno non l'ha interrotta brutalmente. i primi due infatti sono stati già restituiti alle famiglie dal misterioso e spietato rapitore. morti. nessuna richiesta di riscatto è mai stata inviata ai parenti: l'assassino ha scritto solo messaggi confusi, inneggianti a una fumosa giustizia sociale, ma nessuno riesce a capire il suo piano. un caso molto difficile, che richiede tutta l'abilità del detective michael bennett, e che mette a dura prova il suo cuore di padre vedovo: le vittime, tutte giovanissime, gli ricordano la sua numerosa famiglia composta da dieci amatissimi figli adottivi. ma quando da washington interviene anche l'fbi, nella persona dell'affascinante agente emily parker, a complicarsi non sono solo le indagini, ma anche la vita sentimentale di bennett...

CAMMILLI PAOLO: IO NON SARO' COME VOI

Risguardo di copertina

a lido di magra, un paesino di poche anime e una manciata di case a qualche chilometro dalla versilia, il mare c'è, ma solo d'estate. perché la vita da queste parti dura il tempo di una stagione. fabio arricò, figlio di un cavatore appena licenziato dalle derive della crisi, è un ragazzo normale. ma a diciassette anni, essere normali significa fare quello che fanno gli altri, adeguarsi alle scelte del gruppo anche se capisci che sono sbagliate. il gruppo, però, ha un punto debole e si chiama caterina valenti. lei è tormentata, agguerrita e irriverente. troppo bella e irriguardosa per non innescare un ambiguo corto circuito. sorda al sentimento che fabio si rifiuta di confessarle, ma che neppure riesce a nascondere. di più. c'è qualcosa nel suo sguardo che svela uno strano piacere nell'umiliarlo e farlo soffrire. come se avesse qualcosa da fargli pagare. gli adulti, un campionario di figure umane comiche e inconcludenti, arrivano sempre tardi. in questo piccolo mondo nel quale sonnecchiano esistenze comuni, si soffre, si ama, si lotta ma sempre nel modo sbagliato. prima ferendo, poi nascondendo la faccia. e il risultato, un congegno a orologeria che si carica con la frustrazione, è l'odio più incontrollato, quello che trascina a fondo. quello che ti obbliga a ideare una notte di violenza inaudita ai danni di chi non può difendersi.

KAPLAN ROBERTO D.: ZERO


ANDREOLI VITTORINO: LETTERA A UN INSEGNANTE

Risguardo di copertina

"un sentimento profondo ci accomuna: entrambi amiamo i ragazzi, che devono essere educati a crescere, a maturare, a vivere".la scuola deve essere per i giovani un luogo protetto in cui provare ad allargare le ali, in cui cominciare a vivere in gruppo imparando a sviluppare le capacità razionali ma anche gestire l'emozione e i sentimenti. questa lettera si rivolge all'insegnante, che occupa un ruolo centrale - anche se scioccamente misconosciuto - nella vita delle comunità. è proprio sulla sacralità di questo ruolo che vittorino andreoli insiste esortando a rivalutare un mestiere fondamentale per ogni società che voglia definirsi civilmente avanzata e che sappia portare i giovani entro un mondo vasto e comune. con la consueta passione e con l'equilibrio che gli deriva dall'esperienza, andreoli lancia a tutti una grande sfida: prima ancora che nel fornire una istruzione di qualità nelle singole materie, la rivoluzione che può e deve compiere l'insegnante oggi sta nel credere fino in fondo nella funzione educativa del proprio lavoro. gli insegnanti influiscono moltissimo sulla percezione che i ragazzi hanno di sé e del mondo. e giorno dopo giorno, ora dopo ora, hanno l'occasione di fornire loro idee e modelli di comportamento che possono aiutarli a orientarsi nelle acque agitate e difficili del nostro tempo.queste non sono pagine utopistiche, anzi, presentano la vita scolastica in tutta la dinamica e complessità delle relazioni, senza ignorare i limiti imposti dal sistema attuale, la fatica della convivenza nella sala docenti, nelle aule, con le famiglie. nello stesso tempo, però, lasciano intravedere la concreta possibilità di trasformare la classe in una piccola orchestra in cui ogni strumento, ogni voce sappia fare la propria parte per una sonata d'insieme.andreoli legge con acutezza la realtà ma non rinuncia a credere nell'ideale, e con il suo stile schietto, intenso e pieno di affetto, invita a promuovere un rapporto maestro - allievo, ma soprattutto insegnante - classe, più impegnativo e insieme più gratificante. un rapporto profondo e attento, capace di guidare, accogliere, ascoltare. e anche evitare, laddove sia possibile, le storie estreme e tristi di molti giovani. è così che la vera lezione della scuola, trasformandosi in esperienza, diventa:

SILVA DANIEL: L'ALTRA DONNA

Risguardo di copertina

in un villaggio isolato tra le montagne dell’andalusia, una misteriosa donna francese sta scrivendo un pericoloso memoir. è la storia dell’uomo che ha amato molto tempo prima nella vecchia beirut e di un bambino che le è stato strappato in nome del suo tradimento. quella donna è la custode di un segreto che il cremlino tiene gelosamente nascosto. molto tempo prima, il kgb ha infiltrato una talpa nel cuore dell’occidente, una talpa che ora è molto vicina ai gradini più alti del potere. solo un uomo può svelare la cospirazione: gabriel allon, il leggendario restauratore d’arte e agente segreto israeliano. gabriel ha già combattuto in passato le forze oscure della nuova russia, pagandone di persona il prezzo. ora lui e i russi si impegneranno in un’epica resa dei conti, che vedrà il destino dell’ordine mondiale del dopoguerra pericolosamente in bilico. gabriel è coinvolto nella caccia al traditore dopo che la sua più importante risorsa all’interno dell’intelligence russa viene brutalmente assassinata mentre tenta di disertare e rifugiarsi a vienna. la ricerca della verità lo porterà indietro nel tempo, al più grande atto di tradimento del ventesimo secolo e, infine, a un climax affascinante lungo le sponde del fiume potomac, fuori washington, che lascerà senza fiato i lettori.

ZANONI FEDERICO: IL BENESSERE INTESTINALE? L'EQUILIBRIO TERMICO

Risguardo di copertina

la dottrina termica è la teoria fondamentale su cui poggiano le discipline della nostra scuola di indologia e naturopatia, dalla dietetica, all'indologia, alle discipline naturali. mancava un'opera che consentisse una visione d'insieme.il libro di federica zanoni, docente presso la scuola di indologia e naturopatia luigi costacurta dell'accademia, affronta in modo scientifico, semplice e comprensibile, la dottrina termica. fautrice attinge ad una fonte limpidissima che è la nostra tradizione di medicina naturale mitteleuropea tramandata dai grandi maestri e nel contempo mette a confronto la nostra dottrina con diverse correnti, sia europee che di altri continenti.nella sua attività normale, l'organismo umano mantiene sempre una temperatura uniforme a 37 gradi centigradi, tanto sulla pelle quanto a livello delle mucose interne. solo a questa temperatura può realizzarsi il naturale ed armonico sviluppo della flora microrganica nel nostro corpo, la cui presenza è necessaria alla trasformazione degli alimenti.come rivela anche l'iride degli occhi, tutte le malattie hanno un'origine di tipo infiammatorio (esclusi i casi di ereditarietà e traumatici) che si manifesta con il cosiddetto stato di “febbre gastrointestinale”. tale febbre inizia con la congestione delle mucose dell'apparato digerente dovuta al susseguirsi di cattive digestioni. nell’area infiammata e congestionata, la temperatura è superiore (38-40 gradi) e l'afflusso di sangue aumenta, provocando di conseguenza una deficiente circolazioneperiferica, raffreddamento ed anemia della pelle (35-36gradi).quanto maggiore e prolungato sarà questo squilibrio termico, tanto più potente e degenerativo sarà il processo di infiammazione intestinale (putrefazione), terreno favorevole alle insorgenze micro-batterico-patologiche, caratteristica specifica dello stato di malattia in generale.per recuperare la condizione di salute e benessere, è necessario ristabilire il giusto equilibrio termico mediante la corretta gestione degli agenti naturali quali: aria, terra, sole, acqua, ecc... ma soprattutto attraverso la conoscenza, la comprensione e l'attuazione di un'alimentazione igienica, ossia: naturale e in corretta armonia con i processi digestivi.

REGGE TULLIO: INFINITO, VIAGGI AI LIMITI DELL'UNIVERSO


CAMILLERI ANDREA: IL CANE DI TERRACOTTA