Libri più scaricati

Ecco la classifica dei 20 libri più scaricati.

FLOCCHINI LUCA: EH GIA'...SONO ANCORA QUA!

Risguardo di copertina

un attimo che lo cambierà per sempre. una seconda occasione per vivere una nuova vita. sarà come rinascere, questa volta per essere finalmente e davvero se stesso.

VIGNATI ALBERTO: ALLE PERIFERIE DELL'IMPERO

Risguardo di copertina

finalista premio andersen 2019 - categoria miglior libro oltre i 15 anni. una storia di formazione tratteggiata con lucidità e ironia graffiante da una penna giovane e potente, capace di dare voce alla voglia di riscatto della generazione z.«nelle ultime ventiquattr'ore joseph aveva messo in pericolo suo padre e fatto arrestare il proprio migliore amico. e il giorno dopo ci sarebbero stati pure gli orali della maturità. non ce l'avrebbe mai fatta a raggiungere la scuola in tempo. ma la maturità era l'ultimo dei suoi problemi. il suo quartiere lo voleva morto: piazza europa dalle mille orecchie.»i genitori di joseph sono africani, ma lui, diciannovenne nato a corsico, periferia sud-ovest di milano, in africa non c'è mai stato. è cresciuto lì, tra le case popolari di piazza europa - dove i pomeriggi trascorrono tutti uguali tra spacciatori, camionette dell'esercito e vasche al centro commerciale – e nella vita ha poche certezze: il rap e i suoi due migliori amici, argenti e zorba. joseph però è diverso dai suoi amici sfaccendati: a lui piace la biologia ed è iscritto all'ultimo anno del liceo scientifico, dove stanno per iniziare gli esami di maturità, l'ultimo scoglio da superare prima della libertà di cercare un futuro altrove. ma proprio alla vigilia degli esami le cose si complicano: giuseppe, un quindicenne cui joseph dà ripetizioni, gli chiede di aiutarlo a scappare di casa, per sfuggire a una situazione familiare pericolosa, a dir poco.

HUGO VICTOR: I MISERABILI VOL.1 - 1 PARTE


LARRA LOLA: A SUD DELL'ALAMEDA

Risguardo di copertina

vincitore premio andersen 2019 - categoria miglior libro oltre i 15 anninella zona sud di santiago, oltre l'alameda, la grande avenida che in modo emblematico taglia in due la città, gli studenti di un piccolo istituto privato hanno deciso di entrare in occupazione per unirsi al movimento di protesta che sta infiammando il cile. chiedono una scuola più giusta e democratica, dove il diritto allo studio sia alla portata di tutti. nel giro di pochi giorni la loro vita cambia radicalmente: di fronte alle nuove responsabilità crescono gli attriti tra i compagni, il cibo scarseggia e l'organizzazione interna si fa sempre più rigida e diffidente. tra loro c'è nicolas, il miglior portiere della scuola. la politica non lo interessa, le lunghe assemblee lo annoiano ed è rimasto solo per paula, o almeno crede che sia così. mentre la scuola è in fermento e i carabinieri rispondono con la violenza alle contestazioni, dalla finestra di una casa vicina c'è qualcuno che osserva. osserva e ricorda... intrecciando gli stili del diario e della graphic novel, "a sud dell'alameda" racconta la rivoluzione dei pinguini, il movimento studentesco che ha scosso la coscienza del cile nel 2006 e nel 2011, arrivando ad occupare le prime pagine dei giornali di tutto il mondo, e che - tra partecipazione e contagioso senso civico - ha dato vita a una nuova ed emozionante pagina della storia delle rivoluzioni.

ALOE GIUSEPPE: LA LOGICA DEL DESIDERIO

Risguardo di copertina

il cortile interno di un palazzo di inizio secolo, un posto tranquillo. un ragazzo passa interi pomeriggi, sul ballatoio, a correggere un romanzo che non riuscirà mai a pubblicare, a leggere e a seguire i curiosi movimenti dei gatti. poi un giorno, su una bella macchina grigia, in compagnia del marito, arriva vespa, "l'inappuntabile ritratto dello splendore", che ha gli occhi più irrefrenabili che lui abbia mai visto. in poco tempo i due diventano amanti. non è il solo, però. e presto la donna si stanca di lui. la passione che aveva sconvolto quella calma solo apparente diventa allora morbosa e alimenta inquietudini e nevrosi rivelando di quali elementi sia fatta, in fondo, la materia del desiderio e dove possa portare, senza averne quasi cognizione, la sua imprevedibile logica, ammesso che ne esista una.

BURGER GOTTFRIED AUGUST: LE MERAVIGLIOSE AVVENTURE DEL BARONE DI MUNCHHAUSEN

Risguardo di copertina

la genesi di questo libro non è del tutto lineare. un nucleo originario di racconti apparve anonimo su un periodico umoristico berlinese nel 1781: un'abbreviazione nel titolo fece supporre che l'autore fosse il barone hieronymus karl friedrich von munchhausen (1720-1797), ma sembra più probabile che questo curioso personaggio - di "originalissimo umore" - sia stato solo l'ispiratore delle storie redatte poi dal pubblicista rudolf erich raspe (1737-1794), che in un'edizione rielaborata in inglese e pubblicata a oxford nel 1785 esplicitò il nome del barone come narratore di quelle avventure. quel testo inglese fu tradotto in tedesco e nuovamente rielaborato con stile personalissimo da bürger, e in questa veste meritò la fama di cui ancora oggi ampiamente gode.

MARAINI DACIA: L'AMORE RUBATO

Risguardo di copertina

sono tutte qui le donne raccontate da dacia maraini, in questo piccolo libro importante. sono qui a mostrarci qualcosa di intimo, qualcosa di necessario e doloroso. le donne di dacia sono forti, hanno lottato, a volte hanno perso ma non si sono mai arrese. le protagoniste de "l'amore rubato" combattono una battaglia antica e sempre attuale, contro gli uomini amati che sempre più spesso si dimostrano incapaci di ricambiarle, di confrontarsi con il rifiuto, il desiderio. davanti a queste donne, mariti, amanti, compagni si rivelano ragazzini che stentano a crescere e confondono la passione con il possesso e, per questo, l'amore lo rubano: alle bambine che non sanno, alle donne che si donano troppo. come marina, che si ostina a cadere dalle scale, come ale, che sceglie con sofferta determinazione di non far nascere il frutto di una violenza o ancora come angela, che si addossa, aderendo alle parole della chiesa, le colpe che una antica misoginia attribuisce alla prima disobbedienza femminile. in tutte queste storie affilate e perfette, dure e capaci di emozionare e indignare, dacia maraini racconta di un mondo diviso fra coloro che vedono nell'altro una persona da rispettare e coloro che, con antica testardaggine, considerano l'altro un oggetto da possedere e schiavizzare.

GAZZOLA ALESSIA: LENA E LA TEMPESTA

Risguardo di copertina

si dice che ciascuno di noi, nel corso della propria vita, accumuli in media tredici segreti. di questi, cinque sono davvero inconfessabili. lena ne ha soltanto uno, ma si fa sentire dentro come se ne valesse mille. e per quanto si sforzi di dimenticarlo, è inevitabile per lei ripensarci mentre dal traghetto scorge l’isola di levura, meta del suo viaggio. levura, frastagliata e selvaggia, dove ha passato le estati indimenticabili della sua giovinezza. dove non ha più rimesso piede da quando aveva quindici anni. da quando ogni cosa è cambiata. ora suo padre le ha regalato la casa di famiglia e lei ha deciso di affittarla per dare una svolta alla sua esistenza. perché si sente alla deriva, come una barca persa tra le onde. perché il suo lavoro di illustratrice, che ama, è ad un vicolo cieco. lena non sarebbe mai voluta tornare a levura, non sarebbe mai voluta tornare tra quelle mura. ma è l’unica possibilità che ha. mentre apre le finestre arrugginite e il vento che sa di mare fa muovere le tende, i momenti dell’ultima vacanza trascorsa lì riaffiorano piano piano: le chiacchierate, gli schizzi d’acqua sul viso, le passeggiate sulla spiaggia. e insieme il ricordo di quel giorno impresso a fuoco nella sua mente. il suo progetto è quello di stare a levura il tempo di trovare degli affittuari per poi ricominciare altrove tutto quello che c’è da ricominciare. eppure nulla va come aveva immaginato. lena non sa che quella stagione che abbronza il suo viso chiaro e delicato sarà per lei molto di più. ancora non sa che l’isola sarà luogo di incontri inaspettati come quello con tommaso, giovane medico che dietro un’apparente sicurezza nasconde delle ombre. giorno dopo giorno lena scopre che la verità ha mille sfumature. che niente è davvero inconfessabile. perché spesso la colpa cela solo una profonda fragilità.

GAMBERALE CHIARA: L'ISOLA DELL'ABBANDONO

Risguardo di copertina

pare che l’espressione piantare in asso si debba a teseo che, una volta uscito dal labirinto grazie all’aiuto di arianna, anziché riportarla con sé da creta ad atene, la lascia sull’isola di naxos. in naxos: in asso, appunto. proprio sull’isola di naxos, l’inquieta e misteriosa protagonista di questo romanzo sente all’improvviso l’urgenza di tornare. è lì che, dieci anni prima, in quella che doveva essere una vacanza, è stata brutalmente abbandonata da stefano, il suo primo, disperato amore e sempre lì ha conosciuto di, un uomo capace di metterla a contatto con parti di sé che non conosceva e con la sfida più estrema per una persona come lei, quella di rinunciare alla fuga. e restare. ma come fa una straordinaria possibilità a rivelarsi un pericolo? e come fa un trauma a trasformarsi in un alibi? che cosa è davvero finito, che cosa è cominciato su quell’isola? solo adesso lei riesce a chiederselo, perché è appena diventata madre, tutto dentro di sé si è allo stesso tempo saldato e infragilito, e deve fare i conti con il padre di suo figlio e con la loro difficoltà a considerarsi una famiglia. anche se non lo vorrebbe, così, è finalmente pronta per incontrare di nuovo tutto quello che si era abituata a dimenticare, a cominciare dal suo nome, dalla sua identità più profonda… dialogando in modo esplicito e implicito con il mito sull’abbandono più famoso della storia dell’umanità e con i fumetti per bambini con cui la protagonista interpreta la realtà, chiara gamberale ci mette a tu per tu con il miracolo e con la violenza della vita, quando ci strappa dalle mani l’illusione di poterla controllare, perché qualcosa finisce, qualcuno muore o perché qualcosa comincia, qualcuno nasce. e ci consegna così un romanzo appassionato sulla responsabilità delle nostre scelte e sull’inesorabilità del destino, sui figli che avremmo potuto avere, su quelli che abbiamo avuto, che non avremo mai. sulle occasioni perse e quelle che, magari senza accorgercene, abbiamo colto.

MIRANI ENRICO: DELITTO DI PAESE

Risguardo di copertina

un nuovo caso per l'investigatore francesco setti, fra atmosfere urbane e abitudini di campagna. per cercare la verità e sperare che la giustizia possa prevalere. almeno qualche volta.

MOORE CHRISTOPHER: LA VAMPIRA DELLA PORTA ACCANTO

Risguardo di copertina

jody non avrebbe mai immaginato di diventare un giorno una vampira. ma quando si sveglia sotto a un cassonetto con una sete draculina, capisce che qualcuno ha pensato di cambiarle la vita, anzi la non-vita, per sempre. per jody non sarà semplice passare dalla normale routine di una ragazza moderna all'eternità di una cacciatrice notturna animata da una voglia di sangue implacabile. incontrerà però sul suo cammino thomas flood, detto tommy, un aspirante kerouac recentemente approdato a san francisco, commesso notturno e campione nel turkey-bowling (pratica che prevede il lancio di un tacchino surgelato contro una piramide di flaconi di detersivo). mentre i due s'innamorano tra mille peripezie, la città è preda di un demone succhiasangue. saranno proprio jody e tommy, con l'aiuto dei colleghi di lavoro e di un eccentrico barbone detto "l'imperatore", a cercare di arrivare in fondo alla faccenda. in questo primo capitolo di una trilogia dedicata al mondo dei vampiri, il genio di christopher moore rielabora il cliché dell'amore umano-vampiro in un mix di humour e horror guarnito con una fettina di dramma.

MILAN ALESSANDRO: MI VIVI DENTRO

Risguardo di copertina

tutto comincia alle sei di mattina, in radio, dove due giornalisti assonnati si danno il turno. lui è appena arrivato e cerca di svegliarsi con un caffè, lei sta correndo a casa dopo aver lavorato tutta la notte. e succede che nella fretta i due si scambiano per errore i cellulari. si rivedono qualche ora più tardi, e da un dialogo surreale nasce un invito al cinema, poi una mostra, un aperitivo, una gita in montagna. francesca è bassina, ha i capelli biondi sparati, due occhioni azzurri che illuminano il mondo. è una forza della natura, sempre in movimento, sempre allegra. alessandro è scherzoso e un po' goffo, si lascia travolgere da francesca e dall'amore che presto li lega. e da lei impara, giorno dopo giorno, a vivere pienamente ogni emozione, a non arretrare di fronte alle difficoltà, a capire il significato della resilienza. e così anni dopo, insieme, con il sorriso sulle labbra, si troveranno a combattere la più terribile delle battaglie. senza arrendersi mai.

DE CATALDO GIANCARLO - DE GIOVANNI MAURIZIO - DE SILVA DIEGO - LUCARELLI CARLO: GIOCHI CRIMINALI

Risguardo di copertina

quattro personaggi per quattro scrittori. giancarlo de cataldo, "medusa": il barone stefano mallarmé viene trovato ucciso. brutta notizia per emma blasi, professoressa attempata, sguardo di pietra, e un lungo ostinato amore per il barone. maurizio de giovanni, "febbre": è stato ucciso un assistito, uno che parlava con le anime del purgatorio, ricevendo i numeri del lotto. che cosa può accadere se ricciardi, che i morti li vede davvero, è costretto stavolta a guardarsi dentro? diego de silva, "patrocinio gratuito": la legge prevede lo stalking telefonico tramite canzoni? e perché il persecutore sceglie parole parole di mina? vincenzo malinconico coinvolto, da par suo, in una impresa titanica, dall'esito quanto mai incerto. carlo lucarelli, "a girl like you": "questa volta no". il crimine, il gioco e la pazzia si stringono in un nodo delicato e allucinato, nella piú sorprendente delle indagini di grazia negro.

MARAINI DACIA: LA NAVE PER KOBE

Risguardo di copertina

per la prima volta la scrittrice dacia maraini si sofferma a raccontarci del suo legame con la madre svelando aspetti della storia di famiglia ancora inediti e soprattutto interrogando gli anni di permanenza in giappone prima e all'inizio della seconda guerra mondiale. aiutata nel ricordo da alcuni diari tenuti in quegli anni dalla madre, la scrittrice ricostruisce in forma di racconto il suo rapporto con la madre, un rapporto solo apparentemente distratto dalla seduttiva bellezza del padre, me nel tempo solidificatosi nel riconoscimento della sua forza coraggiosa e generosa.

FRANCESCO BEVILACQUA: ELOGIO DELLO STUPORE. ESTETICA, SACRALITA', ETICA DELLA NATURA

Risguardo di copertina

elogio dello stupore è un testo semplice e breve con il quale l'autore, appassionato naturalista e camminatore, introduce il lettore comune all'esperienza profonda dello stupirsi dinanzi alla bellezza della natura. in esso vengono anche evocate le più alte testimonianze che letteratura e filosofia ricordino in tema di estetica, sacralità ed etica della natura, da erasmo a leopardi, da platone a lorenz, da teofrasto a giovanni paolo ii.ne scaturisce un percorso di ricerca fuori e dentro se stessi, una sorta di viaggio iniziatico dedicato a tutti coloro che non abbiano scacciato dal proprio cuore quella sottile follia che ancora ci consente "di percepire i colori diafani e sublimi di un arcobaleno nel desolante grigiore che ci circonda [...] perchè l'ultina, vera opportunità che ci rimane è quella che la nostra anima ci offre silenziosamente ogni giorno: capire il mondo senza "capirlo" del tutto, amarlo senza possederlo, stupirci senza "stupirlo".conclude il volume un'appassionata postfazione di fulco pratesi.

DICKER JOEL: IL LIBRO DEI BALTIMORE

Risguardo di copertina

i goldman di montclair, new jersey, sono una famiglia della classe media e abitano in un piccolo appartamento. i goldman di baltimore, invece, sono una famiglia ricca e vivono in una bellissima casa nel quartiere residenziale di oak park. a loro, alla loro prosperità, alla loro felicità, marcus ha guardato con ammirazione sin da piccolo, quando lui e i suoi cugini, hillel e woody, amavano di uno stesso e intenso amore alexandra. otto anni dopo una misteriosa tragedia, marcus decide di raccontare la storia della sua famiglia: torna con la memoria alla vita e al destino dei goldman di baltimore, alle vacanze in florida e negli hamptons, ai gloriosi anni di scuola. ma c’è qualcosa, nella sua ricostruzione, che gli sfugge. vede scorrere gli anni, scolorire la patina scintillante dei baltimore, incrinarsi l’amicizia che sembrava eterna con woody, hillel e alexandra. fino al giorno della tragedia. e da quel giorno marcus è ossessionato da una domanda: cosa è veramente accaduto ai goldman di baltimore? qual è il loro inconfessabile segreto?

MONTANELLI INDRO: L'ITALIA DELL'ULIVO


MARAINI DACIA: MEMORIE DI UNA LADRA


MONTANELLI INDRO - CERVI MARIO: L'ITALIA DELL'ASSE


AA.VV.: BACH E IL SUO TEMPO