Libri più scaricati

Ecco la classifica dei 20 libri più scaricati.

POLITKOVSKAJA ANNA: CECENIA

Risguardo di copertina

il 7 ottobre 2006 muore anna politkovskaja, assassinata nell'ascensore del suo palazzo a mosca, mentre stava rincasando. è opinione di molti che la sua morte sia legata all'instancabile lavoro di ricerca della verità sulla questione cecena, che la coraggiosa giornalista portava avanti senza sosta da anni. nata nel 1958, ha ricevuto numerosi riconoscimenti prestigiosi, tra cui il golden pen award dell'unione dei giornalisti russi nel 2000, il global award for human rights journalism istituito dalla sezione britannica di amnesty international nel 2001, il premio per il giornalismo e la democrazia assegnatele dall'osce nel febbraio 2003. alla sua memoria sono stati tributati riconoscimenti in tutto il mondo. il coraggio dei suoi scritti e il suo sacrificio estremo fanno di anna politkovskaja un simbolo della libertà di pensiero e di parola. introduzione di roberto saviano.

HAWKINS ANTHONY HOPE: IL PRIGIONIERO DI ZENDA


SIMONI GIANNI: CHIUSO PER LUTTO

Risguardo di copertina

il commissario miceli è al suo primo giorno di pensione, quando una lettera del ministero lo informa che, a causa di un errore di calcolo, gli toccherà lavorare un altro anno. tuttavia, nel frattempo, grazia bruni, fresca di nomina a nuovo commissario, ha preso servizio. si ritrovano così a dover collaborare, gomito a gomito, l'esperto e saggio miceli e la giovane e risoluta bruni. e dietro le quinte, come sempre, c'è l'ex giudice petri a dar loro una mano. questa volta il caso, anzi i casi, di omicidio, sono due: due uomini assassinati con inaudita violenza. e il buon vecchio petri, per una curiosa fatalità, li conosceva entrambi. così, suo malgrado, si troverà personalmente coinvolto nelle indagini. e se, in un primo momento, le piste sembrano chiare, ben presto si confondono, si incrociano, sembrano diventare una sola, finché... si perdono tutte le tracce. a petri, a lui solo, l'onere di conoscere la verità, ma di doverne portare il peso in silenzio.

SCURATI ANTONIO: M. IL FIGLIO DEL SECOLO - PARTE 1

Risguardo di copertina

lui è come una bestia: sente il tempo che viene. lo fiuta. e quel che fiuta è un'italia sfinita, stanca della casta politica, della democrazia in agonia, dei moderati inetti e complici. allora lui si mette a capo degli irregolari, dei delinquenti, degli incendiari e anche dei "puri", i più fessi e i più feroci. lui, invece, in un rapporto di pubblica sicurezza del 1919 è descritto come "intelligente, di forte costituzione, benché sifilitico, sensuale, emotivo, audace, facile alle pronte simpatie e antipatie, ambiziosissimo, al fondo sentimentale". lui è benito mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso, direttore di un piccolo giornale di opposizione. sarebbe un personaggio da romanzo se non fosse l'uomo che più d'ogni altro ha marchiato a sangue il corpo dell'italia. la saggistica ha dissezionato ogni aspetto della sua vita. nessuno però aveva mai trattato la parabola di mussolini e del fascismo come se si trattasse di un romanzo. un romanzo – e questo è il punto cruciale – in cui d'inventato non c'è nulla. non è inventato nulla del dramma di cui qui si compie il primo atto fatale, tra il 1919 e il 1925: nulla di ciò che mussolini dice o pensa, nulla dei protagonisti – d'annunzio, margherita sarfatti, un matteotti stupefacente per il coraggio come per le ossessioni che lo divorano – né della pletora di squadristi, arditi, socialisti, anarchici che sembrerebbero partoriti da uno sceneggiatore in stato di sovreccitazione creativa. il risultato è un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a cui l'autore attinge, ma soprattutto per l'effetto che produce. fatti dei quali credevamo di sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona inaudita e un'opera senza precedenti nella letteratura italiana. raccontando il fascismo come un romanzo, per la prima volta dall'interno e senza nessun filtro politico o ideologico, scurati svela una realtà rimossa da decenni e di fatto rifonda il nostro antifascismo.

SPARKS NICHOLAS: IL MEGLIO DI ME

Risguardo di copertina

si sono amati come solo due adolescenti si possono amare, negli anni dolci del liceo, nella cittadina di provincia che li ha visti nascere. ma il destino li ha divisi e hanno preso strade completamente diverse: nessuno dei due ha vissuto la vita che aveva immaginato. ora, vent'anni dopo, tornano a casa, richiamati dal funerale del loro mentore, che li aveva protetti quando ne avevano più bisogno. ritrovarsi significa mettere in discussione le scelte fatte, ma soprattutto capire se la loro antica passione può riportarli indietro nel tempo.

ZENITER ALICE: L'ARTE DI PERDERE

Risguardo di copertina

naïma si sente francese e non si è mai interrogata sul passato della sua famiglia. per lei l'algeria è una filastrocca incomprensibile cantata dalla nonna, i capelli ricci ereditati da suo padre, la schiera di zii e zie riuniti per i banchetti a base di couscous. ma cosa significa che suo nonno era un harki ? e per quale motivo suo padre non ha mai voluto parlarle della sua infanzia? l'arte di perdere è la storia di un lungo silenzio e della volontà di colmarlo. attraverso il ritratto indimenticabile di tre generazioni, alice zeniter canta l'amore di una famiglia prigioniera di un passato tenace e di una struggente voglia di libertà. « l'arte di perdere ricompone i tasselli mancanti di una famiglia, raccontando in che modo in un battito di ciglia si può perdere l'equilibrio e finire dalla parte sbagliata della storia». alí ha perso tutto. eppure non ha mai creduto che la storia potesse riservargli qualcosa di brutto. non a lui che è sopravvissuto alla battaglia di montecassino combattendo per la francia. non a lui, a cui il cielo ha letteralmente donato un torchio e dio un primogenito bello e sano come hamid. ma quando nel 1962 l'algeria ottiene l'indipendenza, alí non è piú l'uomo onorato e rispettato del suo piccolo villaggio. ha dovuto collaborare con gli oppressori francesi: ora nuovi oppressori lo perseguitano in nome di un'altra bandiera. alí deve lasciare per sempre ma questo ancora non lo sa gli uliveti della sua amata montagna in cabilia. hamid è ancora piccolo quando perde tutto per la prima volta. o meglio, scambia tutto quello che ha: l'innocenza per lo spettacolo delle torture della guerra civile, la casetta sul crinale per una tenda in un desolante campo d'accoglienza, i suoi fieri genitori per due ombre svuotate da un'anonima banlieue francese. di quello sradicamento hamid finisce per farne una religione, condannando il paese della sua infanzia all'oblio e se stesso alla condizione permanente di straniero. naïma ha perso l'algeria prima ancora di poterla avere. perché il padre hamid non ha mai voluto raccontarle niente, sua nonna non parla la sua lingua, la metà dei suoi zii è nata in francia, suo nonno alí è morto da tempo e in fondo va bene cosí. naïma è francese e pensa di non avere nulla in comune con quel paese sulla riva opposta del mediterraneo. fino a quando per lavoro non è costretta a visitare l'algeria e decide di conoscere meglio la travagliata storia della sua famiglia. anche se tutti la considerano «un'algerina» – soprattutto negli anni del terrorismo e della xenofobia che infetta l'europa naïma capisce presto che un paese non è un tratto somatico e non si può ereditare.

ANGELA ALBERTO: SAN PIETRO. SEGRETI E MERAVIGLIE IN UN RACCONTO LUNGO DUEMILA ANNI

Risguardo di copertina

se dovessimo raccontare la storia dell'umanità utilizzando dieci immagini, una di queste sarebbe certamente la basilica di san pietro: non solo è un luogo simbolo della cristianità, ma rappresenta la suprema sintesi di duemila anni di arte e scienza, creatività e potere. è un'immagine per noi talmente familiare che spesso non ci domandiamo nemmeno quali papi e artisti l'abbiano voluta, progettata e costruita, né come sia diventata quell'incredibile scrigno di capolavori che, nella sua magnificenza, ogni anno torna ad affascinare sette milioni di visitatori. eppure seguire l'evoluzione di san pietro nel tempo, come ci dimostra alberto angela in questo libro che abbina illustrazioni a un racconto, è un viaggio senza pari nella storia che svela anche vicende poco note e curiosità inedite. tutto comincia nel i secolo d.c. quando l'apostolo pietro viene crocifisso a testa in giù sul vaticanum: qui c'era il circo di nerone e, accanto, si stava sviluppando una vasta necropoli che sarebbe rimasta sepolta per secoli prima di tornare alla luce nel 1939. come fu possibile? nel iv secolo costantino decise di costruire una grande basilica sul luogo del martirio di pietro e... interrò la necropoli: nasceva così la chiesa più importante della cristianità, ricca di tesori e teatro per secoli di ogni genere di eventi come l'incoronazione di carlo magno.

DEAVER JEFFERY: L'ADDESTRATORE

Risguardo di copertina

ryan kessler, un poliziotto frustrato con un'eccessiva propensione all'alcol e il grilletto facile. joanna, sua moglie, una donna anonima e fin troppo riservata. maree, la sorella di quest'ultima, affascinante e instabile, irresistibilmente attratta da uomini e situazioni a rischio. come nel più crudele dei reality, i tre si ritrovano rinchiusi in un luogo inaccessibile e segreto, mentre un cacciatore di informazioni professionista, l'efferato e implacabile henry loving, tenta con ogni mezzo di rintracciarli per estorcere loro i dati riservati richiesti da una misteriosa "fonte". ben presto, però, nella struttura sorvegliata che dovrebbe garantire la protezione dei tre innocenti - o presunti tali - si risvegliano vecchi rancori e verità inattese cominciano ad affiorare. chi è davvero la fonte? un prete sospetto che usa i risparmi dei suoi sprovveduti fedeli per finanziare il terrorismo islamico? un senatore repubblicano in corsa per le prossime presidenziali? o un pericoloso psicopatico già amante di maree? e ancora, che cosa sa amanda, la figlia diciassettenne del poliziotto ryan? è possibile che sia lei il vero obiettivo di loving? corte, l'agente federale incaricato di gestire il programma di protezione, che con loving ha in sospeso una partita personale, per incastrarlo si affida alle sofisticate risorse tecnologiche di un'agenzia di sicurezza governativa. e parallelamente, da appassionato di giochi di logica e di intelligenza, studia con puntiglio le mosse del suo avversario.

DEAVER JEFFERY: IL FILO CHE BRUCIA

Risguardo di copertina

la notizia raggiunge lincoln rhyme nella sua casa-laboratorio di central park west: l'orologiaio, l'unico criminale a essergli sfuggito, è stato avvistato all'aeroporto di città del messico. rhyme sta già pregustando l'occasione di regolare i conti con la sua nemesi, quando al quartier generale dell'nypd scatta l'allarme per un caso che richiede il suo intervento. perché in pieno centro a manhattan un autobus di linea è stato colpito da una violenta scarica elettrica che lo ha ridotto a una carcassa di metallo incandescente. la scena del crimine non lascia dubbi: qualcuno si è divertito a giocare con la rete elettrica della città, e quello che poteva sembrare un incidente è in realtà un attentato riuscito solo a metà. poco dopo, infatti, il misterioso attentatore si fa vivo con la polizia per avanzare la sua esorbitante richiesta: una riduzione dei consumi elettrici così drastica da condannare new york alla paralisi. mentre la task-force guidata da rhyme segue la pista di un gruppo di ecoterroristi, i blackout e gli incidenti letali si moltiplicano, la città precipita nel caos e la minaccia elettrica rivela tutto il suo devastante potenziale distruttivo. solo lincoln rhyme può sperare di sventare il piano criminale di chi sta trasformando new york in una gigantesca trappola mortale. ma prima di incastrare il colpevole, rhyme dovrà affrontare i fantasmi più reconditi della propria coscienza e del proprio passato. evitando di lasciarci la pelle

DEAVER JEFFERY: IL BACIO D'ACCIAIO

Risguardo di copertina

amelia sachs è sulle tracce di un killer. lo ha individuato, anche se ancora non ne conosce l'identità, e lo sta cercando in un affollato centro commerciale di brooklyn. pochi, pochissimi istanti prima che la detective entri in azione, però, accade qualcosa: il pannello di una delle scale mobili cede improvvisamente, un uomo cade tra gli ingranaggi e muore stritolato dai denti metallici. mentre sachs si precipita in aiuto della vittima, il killer riesce a fuggire. si è trattato davvero di una fatalità? lincoln rhyme, dimessosi dopo una missione andata storta, torna al lavoro nel tentativo di aiutare la famiglia della vittima a ottenere un risarcimento. le indagini confluiranno però in un unico caso: un killer sabota i dispositivi di controllo di macchinari industriali ed elettrodomestici di uso comune, trasformandoli in armi letali. come prevedere le prossime mosse dell'assassino? mentre la conta delle vittime minaccia di aumentare, sachs e rhyme devono correre contro il tempo per svelare l'identità dell'uomo e scoprire quale sia il suo obiettivo ultimo. a coadiuvare la coppia di detective c'è anche juliette archer, affascinante tirocinante del celebre criminologo, come lui costretta su una sedia a rotelle. con le sue intuizioni juliette offrirà un contributo decisivo alla soluzione del caso.

ZACCARELLI GUIDO: INFORMATICA


CONTI DAVIDE: CRIMINALI DI GUERRA ITALIANI

Risguardo di copertina

attraverso un'ampia mole di documenti ufficiali, il libro opera una ricognizione dei crimini di guerra commessi dal regio esercito durante l'occupazione italiana in albania, jugoslavia, urss e grecia e di cui le alte gerarchie militari avrebbero dovuto rispondere alla fine della guerra. più precisamente, illustra le trattative, gli accordi, le politiche dilatorie attuate dal governo di roma per giungere a eludere ogni forma di sanzione giuridica ai danni dei vertici del proprio esercito cosicché i mancati processi, le assoluzioni e la generale impunità ha permesso la narrazione auto-assolutoria degli italiani "brava gente".

DORFLES PIERO: I CENTO LIBRI CHE RENDONO PIU' RICCA LA NOSTRA VITA

Risguardo di copertina

leggere ha ancora un senso? cosa può insegnarci e come può cambiarci la vita? in questo libro piero dorfles ci accompagna in un viaggio nel magico mondo della letteratura attraverso i cento capolavori che meglio rappresentano il nostro immaginario letterario condiviso e ineludibile, e traccia un itinerario che appassionerà quanti si rivolgono ai libri per studiare, insegnare e cercare di capire meglio il mondo. raccontandoci di utopie, di desideri, di mondi fantastici e di avventure emozionanti, ci fa rivivere la lettura come un'avventura dello spirito, un'esperienza della vita e un passaggio di maturazione. con la consapevolezza costante che più libri si hanno in comune, più grande è il sistema di riferimenti, di esperienza e di sapere condiviso che ci permette di vivere in armonia con gli altri. da "1984" di orwell a "se questo è un uomo" di levi, dal "conte di montecristo di dumas" a "delitto e castigo" di dostoevskij, la lettura diventa così un'esperienza in grado di arricchire le nostre vite attraverso ponti di emozioni e saperi condivisi, capace di avvicinarci al prossimo e di renderci sensibili al mondo e al destino dell'uomo.

SIMENON GEORGES: I COMPLICI

Risguardo di copertina

sin dalla prima volta in cui joseph lambert ha scoperto la faccia di edmonde nel momento del piacere (pallida come quella di una morta, con le narici contratte e il labbro superiore rialzato a scoprire i denti), lei non è stata più soltanto una florida, efficiente, taciturna segretaria: è diventata la sua complice. tra loro è nata un'intesa che non è né amore né passione, ma piuttosto la condivisione di un gioco segreto. e quando, una sera, guidando a zigzag con la sinistra mentre tiene la destra tra le cosce di lei, lambert sente dietro di sé il claxon disperato di un pullman e lo vede poi schiantarsi contro un muro, non pensa neppure a fermarsi. si limita a gettare un'occhiata, nello specchietto retrovisore, all'immenso rogo che ha provocato. solo più tardi saprà che, fra quei quarantasette bambini che tornavano dalle vacanze, c'è un unico sopravvissuto. ma chi può sapere che è lui il colpevole? colpevole di che cosa, oltretutto? e agli occhi di chi? di suo fratello, di sua moglie, degli amici con cui gioca a bridge la sera? esseri mediocri, che disprezza. come disprezza la sua stessa vita. se cercherà di sviare da sé i sospetti sarà solo per salvare quei momenti in cui, insieme a edmonde, si rifugia in un universo altro, che lo attrae in modo enigmatico: così come enigmatico, e misterioso, è il piacere della donna.

SANCHEZ-GARNICA PALOMA: LA MUSICA DEL DESTINO

Risguardo di copertina

marta ribas aveva tutto per essere felice: amore, amici, prestigio. ma un giorno, per lei e per la sua famiglia - il marito antonio, la figlia elena -, tutto cambia, inaspettatamente e per sempre. un'amicizia profonda ma sbagliata, quella con il notaio figueroa, e una lealtà mal riposta precipitano l'intera famiglia nella disgrazia, e sarà marta a cercare, come la fenice, di risorgere dalle proprie ceneri. in una società ancora antiquata, rappresentata a perfezione dalla moglie del notaio, doña virtudes, marta dovrà trovarsi un lavoro, esporsi alle maldicenze, e continuare la sua lotta per la libertà e l'affermazione di sé. aiutata da una sola, forte passione: quella per la musica. la passione che la salverà, e la aiuterà a trovare, nonostante tutto, il suo posto nel mondo. ma questa non è solo la storia di marta. è la storia di due famiglie, i montejano e i figueroa, e dei loro destini intrecciati. è l'affresco di un momento della storia spagnola in cui molti cambiamenti si stanno preparando. ed è soprattutto una saga emozionante, già cominciata con sulle ali del silenzio, in cui, sullo sfondo di una madrid magica e atmosferica, si muovono straordinari personaggi, legati dal destino e dalla storia.

CAMILLERI ANDREA - SORGI MARCELLO: LA TESTA CI FA DIRE - DIALOGO CON ANDREA CAMILLERI

Risguardo di copertina

come nasce un libro; come si forgia un linguaggio che sembra così personale da non essere comunicativo ma che si rivela un mezzo di coinvolgimento irresistibile; come persuadere il lettore a guardare il mondo con gli occhi di un personaggio. questo libro è un'inchiesta in forma di dialogo su un caso letterario straordinario come quello di andrea camilleri. l'intervista che parte dall'analisi del segreto di un successo si articola e si dirama via via nell'universo creativo di camilleri, senza trascurare aneddoti e ricordi personali.

DE GREGORIO CONCITA: MI SA CHE FUORI E' PRIMAVERA


ANGELA ALBERTO: CLEOPATRA. LA REGINA CHE SFIDO' ROMA E CONQUISTO' L'ETERNITA'

Risguardo di copertina

con il suo stile inimitabile, alberto angela è in grado di farci rivivere in prima persona il periodo che ha segnato un cambio epocale nella storia romana, dal racconto minuto per minuto dell'uccisione di giulio cesare che decreta la fine della repubblica alla morte di antonio e cleopatra fino alla nascita dell'impero con augusto al potere. chi era veramente cleopatra, l'ultima regina d’egitto? una donna carismatica e intelligente, ancora avvolta nell'enigma. una donna di potere incredibilmente moderna per il passato e capace di provare grandi passioni amorose. il mondo di oggi non sarebbe lo stesso senza cleopatra, una sovrana colta, intelligente e dotata di una straordinaria abilità sia sul tavolo delle trattative che nelle guerre. una donna di potere incredibilmente moderna per il passato e allo stesso tempo capace di provare grandi passioni amorose. ma chi era veramente l’ultima regina d’egitto? lei, infatti, è nell’immaginario di tutti, però la sua figura storica è ancora in parte poco conosciuta e non priva di aspetti enigmatici a causa dei pochi dati certi che la riguardano. alberto angela ha deciso di ricostruire la vita e le abilissime mosse sullo scacchiere internazionale, ma anche gli amori e le passioni della regina che in un certo senso ha conquistato roma, rintracciando le fonti storiche e consultando gli studi moderni, e accompagnandoci per mano tra le caotiche strade della capitale del mondo antico, sulle banchine dell'esotico porto di alessandria d’egitto e sui sanguinosi campi di battaglia, alla scoperta di persone, storie, usi e costumi. con il suo stile inimitabile, alberto angela è in grado di farci rivivere in prima persona il periodo che ha segnato un cambio epocale nella storia romana, dal racconto minuto per minuto dell'uccisione di giulio cesare che decreta la fine della repubblica alla morte di antonio e cleopatra (la cui tomba non è ancora stata ritrovata!) fino alla nascita dell'impero con augusto al potere. cleopatra. la regina che sfidò roma e conquistò l’eternità è un viaggio nel tempo tra occidente e oriente, per riscoprire con uno sguardo nuovo una donna carismatica e intelligente e un periodo storico affascinante e convulso, ricco di contraddizioni, intrighi, passioni e guerre che hanno segnato il nostro presente e contribuito a rendere il mondo il luogo che oggi tutti noi conosciamo.

NESBO JO: 06° ROMANZO DELLA SERIE HARRY HOLE - LA RAGAZZA SENZA VOLTO

Risguardo di copertina

la città di oslo è sommersa da una spessa coltre di neve e tutti, come ogni anno, aspettano con impazienza il natale. l'esercito della salvezza lavora a tempo pieno per raccogliere fondi per i tossici, i rifugiati, i senzatetto, e i bravi cittadini si affrettano a fare donazioni per sentirsi in pace con la coscienza. solo il commissario harry hole pare non accorgersi di tutta la smania di bontà che lo circonda; il suo pensiero fisso è come sempre il whisky. quando, però, durante il concerto di natale, un membro dell'esercito della salvezza viene giustiziato in mezzo alla folla festosa, hole decide di occuparsi delle indagini: un caso senza movente e senza arma è forse l'unico modo per lui per stare lontano dalla bottiglia per qualche ora. in breve scopre che ci sono delle riprese della serata e che anche l'omicida è stato catturato dalla telecamera. ma, sorprendentemente, i suoi tratti non risultano identificabili neppure dall'efficientissima beate lonn, in grado di ricordare una faccia anche dopo averla vista un'unica volta. la sola cosa che si riesce a stabilire è che l'assassino è un ragazzo, i cui lineamenti però sono differenti in ogni ripresa, come se cambiasse travestimento in una frazione di secondo. sulle tracce dell'omicida hole finirà a zagabria, dove un bambino ha giustiziato per anni i soldati serbi senza essere mai identificato. anche questa volta la soluzione lo porterà a immergersi negli angoli più bui e insospettabili dell'animo umano.

NESBO JO: 08° ROMANZO DELLA SERIE HARRY HOLE - IL LEOPARDO

Risguardo di copertina

le prime vittime sono due donne. ritrovate con ventiquattro ferite identiche in bocca. morte soffocate nel loro sangue, dopo una agonia atroce. omicidi studiati, efferati, che seguono un rituale. la polizia criminale di oslo sa di avere un solo uomo che può risolvere il caso. harry hole, alcolista, uomo rude e solitario, inviso a molti. ma hole si è rintanato a hong kong, tra le fumerie d'oppio, per lavare via i ricordi. sa fin troppo bene che, per risolvere l'ultimo caso, ha messo in pericolo di vita l'unica donna che ha mai davvero amato. e solo quando lo informano che il padre è moribondo in ospedale, harry hole decide di tornare a oslo. tra le vittime non c'è in apparenza alcun legame, ma hole subito ne trova uno. tutte quante hanno trascorso una notte in un isolato rifugio di montagna. e qualcuno, qualcuno capace di un odio lucido e selvaggio, adesso sta braccando gli ospiti di quella notte, uno per uno...